Osservatorio Nazionale Abusivismo Professionale

Responsabile Nazionale A.I.O.
“OSSERVATORIO NAZIONALE ABUSIVISMO PROFESSIONALE”

Dott.ssa Sara Battistin  –  

Cara collega, Caro collega,

la Professione Ostetrica alla quale la legge riconosce delle prerogative e competenze ben definite, negli ultimi anni si è trovata a dover subire la concorrenza di figure non meglio precisate, che vantano titoli conseguiti mediante corsi orientati in maniera non specifica, spesso di breve durata e che vanno a sovrapporsi senza uno preciso indirizzo all’assistenza della donna gravida.
Nello stesso tempo anche altri professionisti della sanità sono entrati su spazi di competenze non attribuibili al proprio profilo professionale.
Dobbiamo identificare da dove vengono questi attacchi alla nostra professionalità e tenerci pronti a stigmatizzare ogni comportamento che dovesse travalicare ed invadere le nostre competenze.
Per questo motivo e sotto questo impulso parte l’attività dell’Osservatorio per l’Abusivismo Professionale, che ha come obiettivo quello di raccogliere segnalazioni e censire i siti ed altri spazi dentro e fuori i network, da tenere sotto osservazione, invitandovi a segnalarcene di nuovi.
Credo che il messaggio che il nostro osservatorio voglia dare è estremamente importante! Dobbiamo unirci per poter difendere la nostra professione!
Non è più il tempo di stare a guardare quello che accade nelle nostre vicine organizzazioni; non è più il tempo di pensare che forse qualcuno si potrà occupare di questo problema. Dobbiamo farlo noi tutte/i insieme!
L’abusivismo sta diventando una piaga della nostra realtà professionale e non possiamo permetterci di stare inermi, dobbiamo fare scudo con la nostra unione e tirare fuori con il nostro agire tutte quelle situazioni di abuso o presunto abuso, che minacciano la nostra valenza professionale.
Se questo è vero per la tutela della professione in genere, diventa obbligo morale per la tutela delle Giovani Ostetriche che non lavorano a causa di queste figure; non ultimo per importanza il nostro dovere di proteggere le Famiglie da pubblicità ingannevoli e l’assistenza non appropriata. Solo con il nostro movimento, con il nostro diniego, con le nostre denunce potremmo difendere ciò che ci appartiene.
L’esercizio abusivo di professione è un reato penale sancito dall’art. 348: “Chiunque abusivamente esercita una professione (c.p. 359) per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato (c.c. 2229), è punito con la reclusione fino a 6 mesi o con la multa”, tale norma punisce chiunque eserciti abusivamente una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato.

Pertanto vi aspetto numerose e attente al proprio territorio!

Sara Battistin

Abusivismo professionale. Senato approvato ddl.
Sanzioni più aspre e reclusione fino a 4 anni!!!
http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=20766

QUESTIONARIO AIO PER LA PROMOZIONE DEL TRAVAGLIO-PARTO FISIOLOGICO VAGINALE

La risposta che darete alle dieci domande che vi sottoponiamo è molto importante per gli ostetrici e le ostetriche Italiani.

L’AIO desidera scattare una fotografia di quanto di buono si sta facendo in Italia per aiutare le madri e i neonati a venire al mondo nel modo migliore possibile. Le recenti polemiche sulla violenza ostetrica hanno sollevato un vaso di Pandora, che sebbene possa contenere un po’ di verità, oscura la fatica quotidiana che migliaia di onesti e motivati professionisti compiono nelle nostre sale parto.

Il questionario anonimo conoscitivo è il primo passo di un percorso che ci condurrà verso una maggior appropriatezza clinica.

Tutti voi riceverete indietro i risultati emersi dal questionario anonimo e le proposte e i progetti che seguiranno alla sua analisi.

Roberta Giornelli
La Presidente, il Consiglio Direttivo, il Comitato Scientifico AIO

Vai al questionario