Parte la Campagna AIO #INMANISICURE

E’ una campagna di sensibilizzazione voluta fortemente da AIO (Associazione Italiana di Ostetricia), in collaborazione con AOGOI e SIGO (Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia), per rafforzare l’identità della Professionista Ostetrica/o, per promuovere la sua centralità per la tutela della fisiologia della nascita e per prevenire e combattere l’abusivismo professionale in questo settore.

«Vogliamo che le famiglie sappiano qual è il vero ruolo dell’Ostetrica/o oggi e informarle della presenza del fenomeno dell’abusivismo da parte di figure non riconosciute dal Ministero della Salute. Le persone devono saper e poter scegliere Professionisti qualificati. Una scelta corretta è importante per evitare cattive sorprese e per salvaguardarsi da possibili rischi, per la propria salute e per quella dei propri cari», è questo il messaggio che lancia la Presidente AIO Antonella Marchi alla presentazione della campagna #INMANISICURE .

Per dare voce a questo importante tema, AIO ha realizzato uno spot video con testimonianze di Ostetriche e Ostetrici che operano con professionalità e passione. Insieme a loro, protagoniste delle spot sono anche le studentesse del Corso di Laurea di Ostetricia – «il nostro futuro … » continua la Presidente dell’AIO – insieme alle coppie, ai futuri e neo-genitori, alle donne in generale.

«Quando nasce un bambino, nascono anche una mamma e un papà… e hanno bisogno di un aiuto serio e competente»; «In un momento così importante non mi sono affidata a una persona qualunque ma ho scelto solo vere Professioniste»; «Io ho scelto un Ostetrico qualificato e mi sono affidata completamente a lui, prima, durante e dopo il parto»: questi e altri i messaggi di donne, mamme, mogli insieme ai loro compagni, per dire a tutti quanto è importante scegliere una/un Professionista qualificata/o e non affidarsi a soggetti che si improvvisano. «Se tutti facciamo la scelta giusta, possiamo far nascere una nuova coscienza» è l’appello che lanciano proprio loro: un’Ostetrica e un Ostetrico a nome di tutte le Colleghe e Colleghi.

La #scelta giusta è quindi quella di rivolgersi a un’Ostetrica o a un Ostetrico qualificati. E’ importante quindi che le donne, le coppie, le famiglie possano rivolgersi a persone qualificate che si trovano nei Consultori, nei corsi di gravidanza e di preparazione al parto, in Ospedale o in Clinica, a domicilio per l’assistenza alla puerpera e al bambino anche sostenendo l’allattamento, nei corsi dopo il parto e negli ambulatori per la rieducazione del pavimento pelvico. Quindi a Professionisti che operano nel pubblico, ma anche a Libere Professioniste regolarmente iscritte all’Albo Professionale delle Ostetriche. Continua Antonella Marchi «vogliamo invitare le donne e le loro famiglie a non rivolgersi a chiunque e a verificare di essere a contatto con una Professionista o un Professionista qualificati per combattere – insieme a noi – questo fenomeno così diffuso anche nel nostro mondo. Chiediamo loro di unirsi a noi per evitare che questo fenomeno si allarghi sempre più. Basta semplicemente verificare di essere di fronte a Professionisti iscritti all’Albo Professionale chiedendo loro il certificato di iscrizione per essere certi di trovarsi #INMANISICURE. Le nostre: quelle di un’ostetrica o di un ostetrico qualificati!».

Ma c’è di più. Sulla pagina Facebook di AIO www.facebook.com saranno pubblicate singole testimonianze e tutti sono invitati a inviare il proprio video e a partecipare attivamente alla campagna perché «solo insieme possiamo combattere l’abusivismo professionale!».
Alla voce della Presidente AIO si è infatti già aggiunta quella del Prof. Giuseppe Ettore, Vicepresidente AIO, per affermate che in AIO, Ginecologi e Ostetriche lavorano insieme per il cambiamento del percorso nascita in Italia. Un’alleanza per promuovere la centralità dell’Ostetrica per la tutela della fisiologia e per creare un percorso nascita a completo governo dell’Ostetrica, come accade nei paesi Europei. Ed è questo il motivo per il quale AIO riunisce Ostetriche e Ginecologi.

«Ci aspettiamo quindi che le Colleghe Ostetriche/i partecipino attivamente alla campagna condividendo il video e inviando le loro testimonianze attraverso la pubblicazione di un SELFIE sulla pagina Facebook di AIO. Vogliamo che lo facciano anche le donne, i futuri e neo-genitori, per attivare così la giusta viralità e diffondere al massimo un messaggio che qualifica la Professione dell’Ostetrica/o e ci aiuti a combattere l’abusivismo professionale. Scegliere un’Ostetrica o un Ostetrico qualificati è una scelta di vita e di salute. Ed è il solo modo per sentirsi #INMANISICURE!», questo è il messaggio conclusivo della Marchi, al quale aggiunge un sentito ringraziamento ad AOGOI, ai Direttori e Responsabili dei Dipartimenti Materno-Infantile dell’Ospedale di Monfalcone (GO) e di Treviglio (BG) e alle loro Direzioni che hanno consentito la realizzazione di questo video. Ringraziamento che estende a tutte le Colleghe e Colleghi che vorranno unirsi a questa campagna diventando protagonisti.

Scarica il comunicato stampa »

 

#INMANISICURE. Le nostre! Quelle di un’Ostetrica o di un Ostetrico qualificati!

Web   associazioneitalianaostetricia.it
Facebook  facebook.com
Twitter @AssocAIO

Vai al comunicato stampa

QUESTIONARIO AIO PER LA PROMOZIONE DEL TRAVAGLIO-PARTO FISIOLOGICO VAGINALE

La risposta che darete alle dieci domande che vi sottoponiamo è molto importante per gli ostetrici e le ostetriche Italiani.

L’AIO desidera scattare una fotografia di quanto di buono si sta facendo in Italia per aiutare le madri e i neonati a venire al mondo nel modo migliore possibile. Le recenti polemiche sulla violenza ostetrica hanno sollevato un vaso di Pandora, che sebbene possa contenere un po’ di verità, oscura la fatica quotidiana che migliaia di onesti e motivati professionisti compiono nelle nostre sale parto.

Il questionario anonimo conoscitivo è il primo passo di un percorso che ci condurrà verso una maggior appropriatezza clinica.

Tutti voi riceverete indietro i risultati emersi dal questionario anonimo e le proposte e i progetti che seguiranno alla sua analisi.

Roberta Giornelli
La Presidente, il Consiglio Direttivo, il Comitato Scientifico AIO

Vai al questionario